Press the l key to open the language menu.
Skip Main Navigation and go to Content

L’impianto retinico produce una stimolazione che induce una percezione visiva in persone non vedenti.

Glossario

Cornea - la parte esterna trasparente del sistema di messa a fuoco dell'occhio, situata davanti all'occhio.

 

Patologia retinica degenerativa -una patologia, come la retinite pigmentosa, nella quale la funzione o la struttura dei tessuti o dell'organo interessati si deterioreranno progressivamente nel tempo.

 

Protesi epiretinica – un impianto posizionato sulla retina, opposto alla protesi “subretinica”, posta sotto la retina.

 

Fovea - il centro della macula; fornisce la vista più chiara ed è usata per la lettura.

 

Iride - la parte colorata dell'occhio situata dietro alla cornea, che regola la quantità di luce che entra nell'occhio, allo stesso modo di un otturatore di una videocamera.

 

Cristallino - un disco trasparente nell'occhio situato dietro l'iride che aiuta a mettere a fuoco la luce o un'immagine sulla retina.

 

Macula - la piccola area sensibile della retina che fornisce la vista centrale. Si trova al centro della retina e contiene la fovea.

 

Nervo ottico -un fascio di più di un milione di fibre nervose che trasportano i messaggi visivi dalla retina al cervello.

 

Pupilla - un foro al centro dell'iride che consente alla luce di entrare nell'occhio e raggiungere la retina.

 

Fotorecettori -cellule nella retina che si collegano ad altre cellule nervose per trasmettere l'informazione visiva al cervello. I fotorecettori a cono controllano la vista notturna, mentre i fotorecettori a bastoncello sono implicati nella vista dei colori.

 

Retina - uno strato sottile di cellule dietro il bulbo oculare che convertono la luce in impulsi nervosi che viaggiano fino al cervello.

 

Retinite pigmentosa - la RP è una patologia che porta alla degenerazione dei coni e bastoncelli della retina; è una delle cause principali della cecità ereditaria. I sintomi possono manifestarsi durante l'adolescenza, ma gravi problemi alla vista non compaiono generalmente prima dell'età adulta. Nei primi stadi della patologia le persone affette da RP manifestano perdita della vista notturna e vista più difficoltosa in condizioni di scarsa luminosità. Con l'avanzare della patologia, i soggetti affetti da RP cominciano a perdere la vista periferica e sviluppano una ‘vista a tunnel’. Negli stadi più avanzati, una persona affetta da RP può diventare completamente cieca. Altre forme di RP e patologie correlate comprendono, tra le altre, la sindrome di Usher, l'amaurosi congenita di Leber, la patologia che coinvolge coni e bastoncelli, la sindrome di Bardet-Biedl e la sindrome di Refsum.

 

Credit: National Eye Institute, National Institutes of Health for certain glossary terms